Insonnia

L’insonnia è il disturbo del sonno più diffuso. Si stima che affligga in forma cronica circa 9 milioni di italiani mentre, durante l’anno, circa il 45% della popolazione soffra di insonnia transitoria. Le donne e la popolazione anziana sono maggiormente interessate.



Si usa il termine insonnia per definire un sonno non ristoratore, ci svegliamo la mattina e ci sentiamo già stanchi come se non avessimo dormito. Vuol dire che il sonno non ha svolto la sua naturale funzione che è quella di prepare sia il fisico che la mente ad affrontare un nuovo giorno.
Chi soffre di insonnia percepisce il proprio sonno come inadeguato, insufficiente, di scarsa qualità, spesso nonostante si trascorra molto tempo a letto. Si manifesta spesso con difficoltà ad iniziare, a mantenere il sonno o con risvegli precoci.
Si associano inoltre disagi diurni come:
Faticabilità
Sonnolenza
Malessere generale
Riduzione dell’umore ed irritabilità
Difficoltà nell’attenzione, concentrazione o nella memoria
Difficoltà a svolgere la attività lavoravite, sociali, familiari e ridotto rendimento scolastico, maggior probabilità a commettere errori o a causare incidenti

L’insonnia inoltre può durare per un breve periodo, nel qual caso abbiamo una insonnia transitoria, ma quando la condizione persite per oltre tre mesi ed è presente almeno tre volte la settimana si parla di insonnia cronica. In quest’ultimo caso non solo abbiamo le conseguenze diurne già sottolineate, ma la cronicizzazione del disturbo è causa nel tempo di importanti conseguenze per la nostra salute poiché è responsabile di:

Ridotta aspettativa di vita
Malattie cardiocircolatorie come infarto ed ictus
Ipertensione
Infiammazione
Obesità
Diabete, scarsa tolleranza al glucosio
Disturbi psichiatrici quali ansia e depressione

In realtà ogni paziente insonne è un caso a sé e la scelta della terapia andrebbe effettuata dopo un’attenta valutazione del problema e quindi con un trattamento specifico per quel paziente.
La terapia dell’insonnia può essere anche solo nel modificare uno stile di vita, non raramente mettiamo in essere comportamenti che peggiorano l’insonnia. In altri casi può essere utile associare una terapia di tipo psicologico (Terapia Cognitivo Comportamentale), in altri ancora è necessaria anche la terapia farmacologica che deve essere scelta tenendo conto delle caratteristiche dell’insonnia ma anche delle proprietà farmacocinetiche delle sostanze prescritte (meccanismo di azione, emivita, possibili effetti collaterali).

Contattaci

Viale XXI Aprile 81                         
00162 Roma

Orari del centro:
Lunedì-Venerdì: 09:00 - 13:00 e dalle 15:00 - 19:00
Sabato: 09:00 - 13:00


Email: info@sonnorem.it                         
Tel: +39 06.23488016                        

INVIANDO IL MESSAGGIO ACCONSENTO AL TRATTAMENTO DEI MIEI DATI PERSONALI ACCETTANDO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY